Nel 2014 si celebrerà l’8° centenario del pellegrinaggio di San Francesco d’Assisi a Santiago di Compostela: un anniversario importante per Castiglia e Leon, regione più grande della Spagna e terra di personaggi storici come Cristoforo Colombo che ci visse e morì, Filippo II e la regina Isabella, considerato che il suo Cammino Francese percorre le province di Burgos, Palencia e Leon attraversandola da est a ovest per 400 degli 800 km totali del noto Cammino di Santiago. Ma si celebrerà anche il quarto centenario della beatificazione di Santa Teresa d’Avila, fondatrice dell’Ordine delle Carmelitane, mentre il 2015 festeggerà il castiglia02quinto centenario della sua nascita. La mostra religiosa itinerante “Edades del Hombre” approderà ad Aranda de Duero, permettendo ai visitatori di completare la visione del quadro evolutivo con il Museo dell’Evoluzione Umana della vicina Burgos, unico al mondo nel suo genere. E anche le figure di San Giovanni della Croce e San Domenico di Guzman contribuiscono a dipingere l’affresco dell’enorme spiritualità di questa affascinante regione spagnola, che con i suoi nove siti Patrimonio dell’Umanità Unesco, tra cui le intere città di Segovia, Avila e Salamanca, costituisce uno dei maggiori patrimoni artistico-culturali del Paese.
Importanti anche le tante ricchezze naturalistiche, come Las Médulas, la più grande miniera d’oro a cielo aperto scavata durante l’Impero castiglia03Romano, e le oltre quaranta aree protette, tra cui il Parco Nazionale dei Picos de Europa dove si praticano scalate, cicloturismo e canottaggio. Per finire solennemente a tavola con quelle gastronomiche ed enologiche, tra l’immensa varietà e quantità di vini (9 DOC fra cui i celebri Ribera de Duero e Rueda) e cantine visitabili, e i prodotti tipici, primo tra tutti il pregiatissimo Pata Negra, famoso prosciutto iberico che qui è prodotto a Guijuelo, la patria di Joselito, il marchio più famoso nel mondo.