Come trasformare la cucina milanese più verace, quella, per intenderci, del risotto allo zafferano e dell’ossobuco, della cotoletta e del brasato, in una raffinata cucina gourmet senza snaturarla nel sapore e nella tipicità. Aggiungendo soltanto, magari, qualche tocco di emilianità sotto forma di gustosi antipastini a base di gnocco fritto, salumi e tortine salate.

E’ la proposta di Cibo…Enò, una sorta di enosteria seminascosta in un angolino del vecchio quartiere Bovisa che, grazie alla presenza del nuovo Politecnico, si sta a poco a poco trasformando in un’area emergente e innovativa. Un piccolo locale ricavato nello spazio di una vecchia officina, con i tavoli in ferro e l’atmosfera accogliente delle care vecchie trattorie meneghine, da cui eredita la medesima attenzione alla qualità delle materie prime, sempre fresche di stagione, alla tradizione e alla cultura delle pietanze locali. Pur avendo sempre una proposta ad hoc per chi ha problemi di celiachia o intolleranze di genere.
Periodicamente ospita anche iniziative tematiche come degustazioni guidate, presentazioni di libri abbinati a vini e cibo, mostre di quadri e fotografie di artisti e designer. Del resto, il cibo, quello buono, è decisamente un’arte.

Osteria della Bovisa Cibo…Enò
Via privata Simone Schiaffino 21, 20158 Milano
Aperto da lunedì a venerdì dalle 11.30 alle 22.00 (lunedì fino alle 16.00), sabato dalle 20.00 alle 22.00
www.ciboeno.it