Vai in un ristorante indiano e pensi già che mangerai piatti superspeziati. E invece eccola qui la prima sorpresa che la chef Ritu Dalmia, autorevole voce della cucina indiana nel mondo, regala nel suo Cittamani, nel cuore di Milano: spezie sì, ma in misura decisamente ridotta, dosate e utilizzate sapientemente per esaltare ancora di più i sapori delle pietanze.
L’aveva promesso fin dall’inaugurazione autunnale: avrebbe offerto l’India gastronomica più autentica, quella che si prepara in casa e si mangia in famiglia e tra amici. Ma attualizzata secondo il suo stile, che segue il ritmo delle stagioni attraverso materie prime sempre fresche, e quindi reperibili anche in Italia, per diffondere una cultura del cibo fatta di piatti semplici e sani ma di gran carattere, e raccontare tutto il sapore dell’immensa varietà culinaria del suo colorato Paese.

Promessa mantenuta, visto che con la bella stagione arriva anche il nuovo menù estivo. Che porta con sé anche la novità del food pairing, con profumati signature cocktail proposti in abbinamento ad alcuni piatti selezionati. E quello che ho assaggiato è stato davvero sorprendente: ho scoperto che l’Hara bhara, piatto vegetariano a base di polpette verdi di topinambur, piselli e zenzero su salsa di yogurt e riso croccante, è perfetto con il Kadava Pyaar, cocktail secco e amaro con bourbon whisky, chartreuse gialla, Cynar, triple sec, lime e bitter lemon. E che l’anatra affumicata e speziata con zenzero e khada masala fa scintille con il Garm Vaalk a base di Mezcal con pezzetti di salsa piccante preparata in cucina.

Pane naan con fave, menta e zenzeroHara bhara, polpette di topinambur

Poi, visto che con i cocktail era meglio fermarsi lì, sono passata alla proposta dei nuovi piatti di stagione. Ho assaggiato il Galouti con Garam Masala, macinato di agnello finissimo servito sul parotta (pane indiano originario del sud), i vermicelli di vetro saltati nel wok con yogurt piccante, curcuma e carciofi al tandoori, e il polpo speziato al tandoori, in versione estiva con carote saltate e purè di carote e cumino. Ma da amante dei formaggi quale io sono, ho trovato strepitoso soprattutto il Bread Pakoda (foto apertura), che è un tipico street food indiano fatto con pane fritto in una pastella di farina di ceci speziata e ripieno di patate e formaggio, che la chef ha cucinato con il taleggio italiano. Un’intuizione perfetta, ve lo posso assicurare.

Cittamani
Piazza Carlo Mirabello 5, 20121 Milano
Aperto da lunedì a sabato dalle 12.00 alle 24.00