“Siamo qua con le valigie che son piene di canzoni, colori, emozioni e considerazioni…siamo qui con voi perché la vita è bella e noi siam sempre in giro in cerca del’ombrella”: sono davvero sempre in giro Cochi e Renato, che dal 13 al 25 novembre 2012 porteranno ancora una volta la loro poetica surreale al Teatro Nuovo di Milano con il nuovo spettacolo “Quelli del Cabaret”, ricco di gag e brani inediti ma che mai potrebbe tralasciare gli ormai mitici La gallina, Canzone intelligente, E la vita la vita, Come porti i capelli bella bionda.
Un tour teatrale che durerà fino a fine marzo, quando poi, come di consueto, il duo si darà appuntamento alla prossima stagione per dedicarsi, nel frattempo, a piacevolissime occupazioni di…viaggio.
“Ogni anno me ne vado un mese negli Usa da solo, affitto un’auto e vado in giro dove mi va, è quella che io chiamo la mia “vacanza della salute mentale”
-svela Cochi Ponzoni- ma un paio di settimane sono sempre inderogabilmente riservate all’Arizona, che ho percorso in lungo e in largo perché amo il suo deserto, i suoi colori e la sua natura. Poi, in estate, con mia moglie scegliamo una nuova zona di mondo: Sri Lanka, Australia, c’è sempre il piacere di scoprire un posto mai visto. Non potrei fare a meno di viaggiare così tanto. Sarà che il mio primo lavoro è stato proprio per alcune compagnie aeree all’aeroporto di Linate, prima di lasciarlo per mettermi a fare il…saltimbanco.”
“Io invece sono soprattutto “italiano”, ho un po’ di case sparse nella nostra bella penisola e mi do da fare per frequentarle
-dichiara Renato Pozzetto- però alla fine Milano è sempre Milano, ci sono nato, ci vivo e la amo immensamente anche per tutto quello che mi ha dato”. “E per la cassoeula e l’ossobuco col risotto, i miei piatti preferiti” sottolinea Cochi.
Da buoni meneghini doc.