21 marzo 2018 – Il primo giorno di primavera ha il sapore gourmand della cucina francese: si celebra oggi in tutto il mondo, infatti, la quarta edizione di Goût de France / Good France, che vede 3300 ristoranti in 152 nazioni del globo proporre piatti tipici del Paese per celebrarne la raffinata gastronomia. Un gusto indiscusso, tant’è che il “pranzo francese” è perfino diventato Patrimonio culturale immateriale Unesco.

E quest’anno l’evento, patrocinato dal Ministero dell’Europa e degli Affari Esteri francese e dallo chef Alain Ducasse, non può che rendere omaggio all’appena scomparso chef Paul Bocuse, che amava ripetere che “Classica o moderna, c’è una sola cucina…. quella buona”: tutti gli chef coinvolti avranno la possibilità di integrare nel proprio menù un piatto del suo eccelso repertorio.

Entusiastica, come sempre, la partecipazione dell’Italia con quarantasette ristoranti di ogni livello, dagli stellati ai bistrot, e che celebra come ospite d’onore la regione dell’Alsazia con le sue tante prelibatezze gastronomiche e vinicole. A chi ancora non la conosce, non resta che scoprirla al più presto.