Una spiaggia della Sicilia orientale, oasi protetta quasi inaccessibile capace di suscitare viaggi emozionali in mondi paralleli. Uno spaccato di sud tra mare, immagini fotografiche e miriadi di emozioni contrastanti, sviluppate in un’intera giornata sotto a un ombrellone.

Si intitola proprio così, “Sotto l’ombrellone” (Albatros Edizioni, pagg. 126, €15,00) il secondo romanzo di Antonio Conticello, una riflessione sulla vita, sul modo di relazionarsi con lei e sugli inevitabili cambiamenti dei punti di vista che impone giorno dopo giorno, quando non addirittura ora dopo ora. Mentre profumi e sapori, colori e linguaggi tipicamente isolani richiamano sensazioni ed emozioni che inondano con la forza di un mare in tempesta, facendo riaffiorare stati d’animo, umori e sentimenti.

Così, in quella Sicilia dal territorio incantevole, la cultura millenaria e le tradizioni imprescindibili, la fantasia e la creatività possono anche finire per trasformarsi in vera magia. Sotto a un ombrellone.