5 ottobre 2010 – Con le tre serate milanesi del 7, 8 e 9 ottobre al Teatro Manzoni, si chiude il fortunato tour di Enrico Ruggeri “La Ruota”, che, partito in primavera, ha fatto “girare” in tutta Italia i brani più suggestivi e indimenticabili del cantautore meneghino. Attualmente su RaiDue negli scomodi panni di giudice di “X Factor”, Enrico è impegnato anche nella stesura di un romanzo che uscirà all’inizio del 2011. Troppo lavoro e poche vacanze? Forse, ma a lui non sembra importare granchè…

La vacanza in sè non mi è mai interessata più di tanto: fortunatamente mi piace moltissimo la vita che faccio, quindi non c’è nulla da cui senta il bisogno di riposare o di evadere. Se invece viaggio per lavoro, allora me la godo in pieno: se vado a suonare in Australia, in Brasile o in Russia, trovo sicuramente anche il modo di visitare i luoghi, ma per partire deve sempre esserci un’occasione professionale. Insomma, il viaggio per me significa lavorare.
L’hai sempre pensata cosi?
Sì, da quando ho iniziato a fare il musicista ho sempre preferito suonare che andare in vacanza dal suonare.
Niente a che fare con il famoso incidente aereo di Punta Raisi che hai vissuto in prima persona?
Ero a bordo di quell’apparecchio ed è ovvio che mi sia spaventato moltissimo! Infatti per un po’ ho fatto il possibile per evitare di volare ancora, ma poi fortunatamente ho superato tutto senza strascichi. Insomma, io sono uno dei pochi che…prende l’aereo per andare a lavorare!