27 ottobre 2016 – Da questa sera tornerà a raccontare le passioni degli italiani, sviscerandole in ogni dettaglio, alla guida della nuova edizione di Rischiatutto, che dopo il successo ottenuto durante l’anticipo di primavera, torna in prima serata su RaiTre con nove nuovissime puntate. Perché le passioni, per lui, sono fondamentali. Comprese le sue.

“Penso sia una grande fortuna nutrire una passione autentica e poterla coltivare, nonostante queste siano destinate spesso a cambiare col tempo insieme a noi. In passato, per esempio, avevo proprio quella dei viaggi, adesso confesso di stare molto bene anche tranquillo a casa mia. Però continuo ad amare immensamente la montagna e la possibilità di scalarla, una passione autentica e profonda che coltivo piano piano confrontandomi con tutti i miei limiti. E adoro in particolare la Val d’Aosta, indubbiamente la mia meta prediletta perché custodisce tutti i 4000 delle Alpi, la mia grande sfida! Tanto che se partecipassi a “Rischiatutto” come concorrente porterei sicuramente come materia la storia dell’alpinismo, con particolare specializzazione su Walter Bonatti, l’indimenticabile “re delle Alpi”.
Poi, se non riesco a raggiungere gli obiettivi, mi consolo volentieri in qualche bel ristorante della mia altrettanto amata Parigi, ma questa è un’altra storia…”