E’ un 2015 all’insegna della birra quello delle Fiandre, dove sta per partire una spumeggiante serie di eventi tematici, anche di respiro internazionale, che naturalmente non mancheranno di coinvolgere anche Bruxelles. Perché è la combinazione fra una tradizione antica e la passione dei mastri birrai odierni a fare del Belgio la patria di produzioni di grande personalità, realizzate con tecniche di fabbricazione innovative. Insomma, qui la birra è cultura vera.

Si comincia il 25 e 26 aprile con lo Zythos Beer Festival di Lovanio, la più grande fiera d’Europa dedicata, dove un centinaio di birrai e birrifici ne presentano circa cinquecento tipologie, e che dal 5 al 7 giugno approda anche in Italia a Treviso.

Il 3 maggio i birrifici del territorio del Pajottenland, a sud-ovest di Bruxelles, aprono al pubblico per la decima edizione del Tour de Geuze, appuntamento biennale per raccontare a tutti gli appassionati la storia della birra gueuze.

L’estate vede l’inaugurazione del De Koninck Beer Experience Centre di Anversa, vero e proprio centro esperenziale multimediale all’interno dell’ottocentesco birrificio De Koninck che, interamente rinnovato, apre le porte ai tradizionali sapori locali che meglio si sposano con la birra, come formaggi, carne e cioccolato.

Dal 4 al 6 settembre, il Belgian Beer Weekend di Bruxelles mette in scena la tradizione secolare dei birrai cittadini e della loro birra Fiandre 02produzione che vanta ben quattrocento varianti e sapori.

Per finire, dal 2 al 4 ottobre ha luogo la Mechelse Bierweek, evento di apertura del progetto Bier in vrouwenhanden (letteralmente: la birra in mano alle donne) a Mechelen, che forte della reputazione internazionale del suo birrificio di punta Het Anker, vuole mettere in luce come tradizione e autenticità della birra siano storicamente una questione femminile, sottolineando il ruolo che le donne hanno avuto nella sua produzione fin dal Medioevo.