Che al ristorante ultimamente ci si vada più per vivere una singolare food experience che per godersi un’ottima cena è ormai un dato di fatto. E allora, quali saranno i trend in procinto di caratterizzare i nostri pasti fuori casa in questo 2020?
Ecco le dieci tendenze emerse da uno studio di TheFork, nota app di ricerca e prenotazione online, in collaborazione con NellyRodi, società di consulenza nel trend forecasting e innovazione.

1. Il Soul Food. I piatti in grado di soddisfare corpo, anima e mente coniugando i benefici di ingredienti funzionali con i piacere del palato e il relax, seguendo lo stato d’animo del momento: in Australia, ad esempio, stanno emergendo le pietanze a base di serotonina, il cosiddetto ormone del buonumore.

2. L’Effetto Wow. Servizio e atmosfera diventano fondamentali al pari del cibo, per coinvolgere contemporaneamente tutti i sensi dei commensali lasciandoli soddisfatti a 360 gradi.

3. La Ristoceutica. Una proposta culinaria basata sulla nutraceutica, vale a dire sui principi nutritivi contenuti negli alimenti che hanno effetti benefici sulla salute e si trovano in natura: tra quelli emergenti i funghi Reishi, i semi di loto, la carambola, il kombucha, il jackfruit.

4. Le tre R (riduci, ri-usa e ricicla). La lotta allo spreco e l’attenzione alla sostenibilità ambientale si allarga ai packaging e agli spazi ristorativi: packaging eduli, arredi in cartone riciclato, superfici in plastica riciclabile.

5. Il Food cross-over. La mescolanza di offerte coinvolgenti specialmente con il settore beauty, che mette in tavola cosmetici con trame simili agli alimenti sottolineando l’uso di ingredienti superfood, e prodotti associabili alle creme viso, primo tra tutti il collagene, magari con la possibilità di acquistare anche prodotti beauty esclusivi.

6. Il Food delirium. Le componenti estetiche e cromatiche dei piatti diventano sperimentazione artistica: i fluffy pancakes, i cibi nostalgici come la torta della nonna, il gelato ube, le varietà di hummus colorati usati anche come dessert e molto altro ancora.

7. La Smart Consumption. La tecnologia prende sempre più piede nei piatti, nel servizio e nel locale, dall’hamburger con carne vegetale ai camerieri robot, fino alle app di ogni sorta.

8. Il (Re)mix Food. La capacità di ibridare e mescolare le più diverse tipologie di cucine, nella quale stanno facendo da apripista gli hotspot culinari asiatici come Hong Kong, Shanghai e Taiwan: un esempio in arrivo è la seacuterie, che prevede specialità della charcuterie ma a base di pesce.

9. La Ristofamily. Un’offerta dedicata alle esigenze dell’intera famiglia che sceglie di cenare al ristorante con proposte specializzate e non generiche, pensate differentemente per adulti e bambini, magari anche con servizio di baby sitting.

10. La Foodastrology. La scelta della cena in base al segno zodiacale, con apposite linee di prodotti food dai sapori diversi a seconda delle caratteristiche e indicazioni astrologiche.