Sarà forse un disperato tentativo di mettere paura alla crisi economica inducendola a scappare via. O forse il desiderio di sentirsi, almeno per una notte, più potente e invincibile di lei. Sta di fatto che la festa più inquietante dell’anno dilaga da un capo all’altro dell’emisfero. Tra simpatici spiritelli e paurose cronache di stregonerie.

Lungo le rive del Foyle si chiude a Derry-Londonderry il famoso Halloween Carnival, considerato la madre di tutte le feste di Halloween, quest’anno sul tema Shape Shifting, ispirato a miti e leggende irlandesi. Tra visite a luoghi infestati da fantasmi, proiezioni di film horror nei drive-in ed esplorazioni in zone lugubre, la festa culmina nella suggestiva fiaccolata Carnival of Light e nel magnifico spettacolo pirotecnico lungo il fiume.
Le visite alle case stregate e ai cimiteri, le gite sui carri di fieno e le crociere incantate, le conferenze sulla stregoneria e i Festival delle Zucche sono anche le prerogative della festa in tutto il Massachusetts. A cominciare proprio da Boston, dove il tour notturno Ghosts and Gravestones Tour combina un giro in trolley con la scoperta dei luoghi spaventosi della città: guide in costume conducono nella sua parte oscura, intrattengono con leggende su eventi macabri, raccontano la celebre Caccia alle Streghe di Salem.
Atmosfera più leggera a Disneyland Paris, dove prosegue fino al 4 novembre il mese di festeggiamenti stregati: tra spiritelli e spaventapasseri, zucche e girasoli disseminati un po’ ovunque, Topolino e Minni si travestono da vampiri, Paperino da diavoletto impertinente, Pippo da scheletro maldestro e Paperina da pipistrello, mentre Cip e Ciop diventano due adorabili fantasmi, e i Cattivi Disney, una volta tanto, la fanno da padroni.
Halloween in navigazione tra le nebbie del fiume Po a bordo della Motonave Calpurnia, tra racconti horror e cena, dall’antipasto al dolce, interamente a base di zucca. E sempre in zona, per chi preferisce mantenere i piedi per terra, i Castelli del Ducato di Parma e Piacenza celebrano il mistero delle loro leggende tra incantesimi e magie: in particolare, alla Fortezza di Bardi Oblivion, fuga dall’incubo spalanca portoni proibiti e passaggi segreti con un antico rituale, al Castello di Rivalta va in scena la cena con delitto in onore al fantasma della nobile dimora, il cuoco di corte Giuseppe, e a Castell’Arquato si leggono gli inquietanti racconti di grandi autori come Edgar Allan Poe e H.P. Lovecraft nella cornice insolita delle antiche celle di prigionia, con colonna sonora di musica spettrale.
A Gardaland, nell’ambito del Magic Halloween, il maestoso Halloween Party trasforma la Piazza della Valle dei Re in una mostruosa pista da ballo popolata da scheletri, zombie, streghe e fantasmi, tra giochi, show e parate in chiave horror.

E il piccolo borgo fortificato di Corinaldo (AN), noto come “Capitale Italiana di Halloween” e decorato da maestri artigiani della paura, chiude la 15ma edizione della sua tradizionale, suggestiva e spettrale Festa delle Steghe, tra spettacoli, concorsi e tunnel infernali.
Aperitivo a base di zucca all’Hotel Brunelleschi di Firenze, servito nel Tower Bar situato nella torre circolare bizantina del VI secolo, con finger food, risotto alla zucca e taleggio, sfogliatine di zucca e amaretto, mousse di zucca con yogurt bianco. Mentre al Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa di Castelvecchio Pascoli (LU), nella nuova RLife Live Lounge, la maschera più bella eletta a mezzanotte vincerà un pernottamento per due per la stessa notte del 31 ottobre, nella horror suite arredata stile Transilvania.
A Milano, al Tocqueville 13 l’ambientazione è quella di una nave fantasma, con tanto di spettri di equipaggio e passeggeri scomparsi misteriosamente, mentre la Foresta Woodbar, che richiede un look horror fashionable, sostituisce il tradizionale dolcetto o scherzetto con un perentorio offri o soffri!; al Dubai Fashion Dance, nuova location notturna a Magenta (MI), la notte Inferno-Paradiso è in diretta su Radio Studio Più con l’ex tronista Costantino Vitaliano, e all’Officina della Birra di Bresso (MI), in un ambiente stregato, vanno in scena il ritmo e l’energia dell’immortale discomusic anni Settanta e Ottanta con tanto di costumi e coreografie nel live delle Dance Angels.
E sempre a Milano, fino al 4 novembre, WOW Spazio Fumetto mette in mostra venti torte decorate sul tema “fumetto horror” dalla cake designer Barbara Perego: da Dylan Dog ai cattivi Disney, dai Simpson alla Sposa Cadavere, le creature fantastiche di cioccolato, zucchero e altre prelibatezze si trasformano in fantasiosi decori da brivido. Con l’occasione si tengono anche corsi dedicati a grandi e piccini per imparare a creare il proprio “dolce mostro”. L’ingresso è gratuito.

 

LA TRADIZIONE DELLA ZUCCA. La tradizione della zucca intagliata nasce da una leggenda americana. Una sera un ubriacone chiamato Jack incontrò in un pub il diavolo, che gli chiese la sua anima in cambio di una birra. L’uomo però riuscì a imbrogliarlo, ottenendo così che la sua anima non fosse reclamata all’inferno per l’eternità. Alla sua morte non gli fu permesso di varcare la soglia del Paradiso per i tanti peccati commessi, né dell’inferno perché il diavolo mantenne la promessa di non farlo entrare. Era una notte buia e fredda, e Jack, prima di lasciarlo, gli chiese qualcosa per farsi luce lungo la via. Spazientito, il diavolo gli lanciò dei carboni ardenti, che l’uomo mise dentro una zucca bucherellata per proteggerli dal vento e impedire che si spegnessero. Da allora vaga nella notte con la sua lanterna, in attesa del Giorno del Giudizio.