Un piccolissimo ristorante a conduzione familiare con una grande missione culinaria: portare a Milano il Cilento degli ingredienti poveri tipicamente locali ma dal sapore ricchissimo, attraverso i suoi piatti più tradizionali realizzati con materie prime neanche troppo note.
Aperto appena da qualche mese nella vibrante zona Moscova, Li Mastri è davvero una bella sorpresa per chi è alla ricerca di locali di cucina tipica regionale e realizzata in modo assolutamente artigianale e stagionale, con presidi Slow Food e materie prime che arrivano direttamente da piccoli produttori di questa zona della Campania a dare vita a un menu fisso che cambia ogni tre mesi, affiancando sempre e comunque le proposte del giorno.

E così, dall’aperitivo a base di sublimi e freschissime mozzarelle di bufala (che impreziosiscono anche gran parte dei piatti) e cepponi – taglieri di salumi e formaggi tradizionali -,  si passa alla pasta fresca fatta a mano in forma di f’rricieddi – fusilli al ferretto conditi con ragù cilentano di carne – , cavatelli con tonno, cicci mmaretati – minestra cilentana di legumi e cereali come fagioli bianchi, ceci, cicerchie, lenticchie, farro e orzo – e marracucciata, basata su un legume chiamato maracuoccio che cresce solo nel comune di Lentiscosa.
A quel punto, credetemi, si è già sazi e soddisfatti: ma non ci si può sottrarre al must del tartanino, panino ripieno di carne di bufala abbinato alle alici, o alla braciola della festa, involtini di carne con crema di mozzarella di bufala. Né, tantomeno, ai dolci fatti con ricotta di bufala, come il cannolo cilentano e il Brunomisù che la sostituisce al mascarpone, per sublimare il tutto con l’Amaro Teggiano, liquore tipico cilentano. Ovviamente per citare solo qualcosa. Tutto il resto scopritelo di persona, è un consiglio sincero.

 

Li Mastri
Via Volta 11, 20121 Milano
Aperto da martedì a sabato dalle 12.30 alle 15.00 e dalle 19.30 alle 23.00, lunedì e domenica solo a pranzo