C’è sempre un buon motivo per andare a Cannes: clima dolce, mare turchese, shopping deluxe e buona cucina. Ma se questa volta ve ne dessi uno totalmente inaspettato?

La parola magica è cocktail, e l’indirizzo quello dello splendido Hotel Barrière Le Majestic, dove opera in prima persona il creativissimo bartender Emanuele Balestra, anche direttore di tutti i bar degli hotel del prestigioso Gruppo. Sì, perché questo trentanovenne lombardo non è un barman qualsiasi: è un botanico e un apicultore, uno, per intenderci, che coltiva in prima persona piante, fiori ed erbe nei giardini aromatici dell’hotel come il geranio rosa marocchino, il timo giamaicano o il basilico thailandese, e produce miele con le arnie posizionate sul tetto. Utilizzando poi il tutto per creare cocktails strepitosi di sua invenzione, magari anche in base ai gusti del cliente – tra i più originali, una soda alla barbabietola con gin -, per personalizzare ad arte quelli più tradizionali, o per trasformarli in gelatine, ghiaccioli profumati, acque e zuccheri aromatizzati, infusioni e bitter maison.
E così adesso il talentuoso Balestra ha deciso di svelare i suoi segreti nel libro Majestic Cocktails, per trasmetterli a tutti gli appassionati di mixology. Dove oltre a raccontare gli step della sua incessante attività, propone anche una trentina di ricette di cocktails originali, rivisitando gli evergreen con aromi e profumi naturali come il limone di Mentone, la rosa centifolia, il fiore di finocchio e la lavanda provenzale, o riproducendo golosamente nel bicchiere i sapori dei grandi classici della pasticceria, dal tiramisù alla crêpe suzette.

Ma se Emanuele Balestra è una realtà ormai consolidata del Barrière Le Majestic, dove tra l’altro fino al 2 aprile è possibile soggiornare in una doppia con vista mare al prezzo di 175€ a camera, tante sono invece le novità dell’Hotel in arrivo nel 2019: due nuove suites che saranno inaugurate ad aprile, una nuova spa firmata dall’eccellente Biologique Recherche, la possibilità di allenarsi con le macchine in terrazza magari con un coach dedicato.
Mentre il 1° novembre il gruppo Barrière sbarcherà ai Caraibi con l’apertura dell’Hôtel Barrière Le Carl Gustaf, sull’isola di Saint Barth, immerso in un giardino tropicale sulle alture della capitale Gustavia a pochi passi dalla sabbia perlata della spiaggia di Shell Beach: un piccolo cinque stelle deluxe con ventitre camere e suites (cottage, loft e ville) tutte con piscina privata, e la Spa Diane Barrière con studio di yoga e pilates. Per sognare di essere, almeno per un attimo, davvero in paradiso.