Cucina sottovuoto a bassa temperatura: è questo che si sperimenta al ristorante Del Vuoto, ‘modern bistrò’ milanese specializzato in questa singolare tecnica ancora poco diffusa in Italia benché utilizzata nei migliori ristoranti stellati del mondo.
La peculiarità consiste nel fatto che la cottura dei cibi, preparati quotidianamente nel laboratorio di cucina, avviene in umido a una temperatura non troppo elevata, tra i 55° e gli 80°, secondo il tipo di alimento; i cibi vengono curati e assemblati a crudo o con eventuali condimenti in una busta per alimenti sottovuoto, e cucinati in un forno a vapore o in una pentola piena d’acqua, utilizzando il Roner, termostato che permette di controllare la temperatura. Con il risultato di esaltare le proprietà delle materie prime e ottenere pietanze più leggere e digeribili rispetto a quelle preparate tradizionalmente, senza dispersione di vitamine e sali minerali.
Una cucina, dunque, fondata sulla precisione scientifica dei punti di cottura dei prodotti, che mantiene inalterate le proprietà organolettiche e amplifica aromi e sapori.
mangiare02Il resto lo fa l’estro umano, fondamentale in questo curatissimo localino minimal chic arredato da opere d’arte e fotografie d’autore, e immerso in un quartiere che unisce culture diverse, indubbiamente lontano dagli stereotipi milanesi della ristorazione.
A pranzo tutti i giorni si trova un piatto “special”, veloce e perfetto per il ‘business lunch’, e sempre selezioni di Franciacorta e champagne, distillati e cocktail accompagnati da gustose degustazioni, rigorosamente sottovuoto.

Del Vuoto Modern Bistro’
Via Giambellino 12, Milano
Aperto dal lunedì al venerdì dalle 12.00 alle 16.00 e dalle 18.00 alla 01.00
il sabato dalle 18.30 alla 01.00

www.delvuoto.com