Ha finito da poco di girare su e giù per l’Italia con la tournèe teatrale di Un’ora di tranquillità, insieme a Massimo Ghini. Che adesso continua ad affiancare nella fiction attualmente in onda in prima serata su Canale 5 Matrimoni e altre follie. Ma nonostante abbia sempre viaggiato tanto, da un po’ di tempo preferisce tornare ogni volta che può in luoghi che ama e che lo fanno sentire a casa.

Ho sempre amato viaggiare, l’ho fatto per molto tempo e sono stato in un’infinità di luoghi. Adesso però ho meno voglia di andare continuamente alla scoperta di posti nuovi, né tantomeno di partire all’avventura. Preferisco sceglierne alcuni da conoscere sempre più a fondo, per costruirmi anche dei punti fermi. Insomma, sono diventato più abitudinario.
In pratica cerchi di trovarti dei posti del cuore…
Esattamente, e da qualche anno quello indiscutibile è l’isola di Lampedusa, sia in estate che in inverno. Non ho mai preso casa lì, ma ormai sono amico di tutti quindi di volta in volta scelgo dove andare a stare, ci resto anche per tre o quattro mesi. E poi da otto anni, ogni prima settimana di agosto, organizzo anche una rassegna cinematografica che si chiama “Il vento del nord”: lo faccio per riportare sull’isola il grande schermo, visto che purtroppo da vent’anni non ha più una sala cinematografica.
Hai un posto del cuore anche all’estero?
Probabilmente per amore di contrasto, visto che si tratta di un mondo assolutamente antitetico a quello di Lampedusa, amo molto anche i Paesi Scandinavi. Sono stato a lungo in Svezia e ho ancora voglia di tornarci. E soprattutto non vedo l’ora di visitare l’Islanda, dove non sono mai andato e che mi incuriosisce moltissimo. Sarà sicuramente il mio prossimo viaggio.