Sarà un colorato volo di mongolfiere a librarsi nel cielo di Matera dal 18 marzo al 1° aprile con la prima edizione dell’evento “I sassi finalmente volano”, sorvolando lo spettacolare paesaggio dei Sassi e il Parco storico ambientale delle Chiese rupestri dell’altipiano murgico, inevitabilmente riconosciuti dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’umanità.
Trenta palloni variopinti, pilotati da equipaggi italiani e internazionali, regaleranno a chiunque vorrà salire a bordo sia di giorno che di sera il panorama pittoresco di un paesaggio naturale e culturale unico al mondo, immagine vivente della perfetta sintonia tra uomo e ambiente che ha rappresentato l’antica urbe contadina sopravvissuta fino agli anni Cinquanta, fatta di case-grotta scavate nella roccia tufacea, arcate e gallerie, pozzi e architetture ipogee, chiese e masserie.
Un viaggio nella storia della terra e dell’uomo vista dall’alto, nel cielo di un suggestivo scorcio d’Italia che domina i due rioni dei pittoreschi Sassi, il Caveoso e il Barisano, anche attraverso alianti, deltaplani, parapendii, paracadute, aquiloni; un territorio perfettamente integro, che merita un turismo sostenibile e rispettoso dell’ambiente.
Anche per questo la manifestazione ospiterà una convention con open day sulla “Light Mobility”, con rassegna di prototipi e veicoli a basso impatto ambientale, per un turismo ecosostenibile, accessibile e responsabile.
E per ricreare nella maniera più genuina il tipico stile di vita dello storico passato locale, l’evento nell’evento “I Vicinati del gusto”, in collaborazione con i presidi Slow Food della Basilicata, proporrà i sapori della tradizione enogastronomica lucana, facendo scoprire piatti e prodotti tipici tra vicoli, corti e case-grotta con immense tavolate che si snoderanno nel labirinto scenico dei Sassi, conservatore dell’arcaica memoria della civiltà contadina: dalle costate podoliche ai formaggi canestrati, dall’oliva majatica infornata alla melanzana rossa, dalla luganega alla crapiata di legumi (ribollita contadina composta da tutti i cereali, antico piatto rituale per celebrare la festa del raccolto), dal pane di grano duro infornato a legna al tipico miele lucano, proseguendo fino al mese di luglio.
Un’esperienza davvero coinvolgente che sarà accessibile proprio a tutti, grazie alla possibilità del volo in mongolfiera anche per chi si trova in carrozzina, agli itinerari percorribili con questa o con piccoli mezzi ecologici per chi ha problemi motori, alle audiodescrizioni per non vedenti, ai video sottotitolati e in LIS (lingua dei segni italiana) per non udenti. Lo spettacolo dei sassi va a incominciare.