17 novembre 2014 – Dice di non avere le mani bucate. Per niente. Tranne che per viaggiare. Da questa sera su RaiDue con il curioso programma di intrattenimento scientifico La papera non fa l’eco, e poi alla conduzione del tradizionale Concerto di Natale all’Auditorium Conciliazione di Roma, Max Giusti ne è certo:

“Per viaggiare spendo davvero un sacco di soldi, forse più di quanto potrei permettermi. Perché il bagaglio di esperienze che mi regala è senza alcun dubbio il miglior investimento che io possa fare, e la sensazione di libertà è impagabile. Ogni volta che mi chiudo la porta alle spalle per partire insieme alla mia famiglia è un’emozione grande per quello che mi aspetta. A maggior ragione se si tratterà di esplorazione subacquea, la mia vacanza preferita. Mia moglie e io amiamo il diving, siamo capaci di immergerci anche quattro volte al giorno. L’incontro con i pesci è sempre un’esperienza pazzesca, è come se andassimo a conoscere amici sempre nuovi. Dai fondali del Mar Rosso a quelli delle Maldive, fino alla Polinesia, non me ne faccio mancare uno.”