29 maggio 2020 – E’ un trionfo di rose colorate e profumate ad accompagnare oggi la riapertura dei Giardini di Castel Trauttmansdorff di Merano (BZ), meglio noti come i Giardini di Sissi in quanto l’amatissima imperatrice d’Austria amava passeggiare a lungo durante le sue estati italiane immersa tra i profumi inebrianti di cui sono inondati.

Un’esplosione di varietà incredibili del fiore più femminile per eccellenza che sboccia in tutta la sua bellezza in ogni angolo, tra gli archi a cuore e gli specchi d’acqua del “Giardino degli Innamorati” popolati da quasi cinquanta varietà e i pergolati dei “Giardini acquatici e terrazzati”, il “Giardino delle Rose” con quelle selvatiche e il “Giardino dei Sensi” con quelle inglesi, con esemplari caratteristici come, una tra tutte, la Rosa banksia lutea senza spine che conserva le sue foglie anche in inverno e arriva fino a 15 metri di altezza.

E quest’anno il tema degli incantevoli giardini botanici meranesi è la Biodiversità – “Diversity”, che attraverso un percorso dedicato fatto di installazioni che rimarranno permanenti anche in futuro, immagini, studi e cartelli esplicativi punta il focus sull’importanza della diversità biologica per l’uomo e per la sopravvivenza di ogni essere vivente in generale, affrontando argomenti come gli insetti impollinatori, le verdure antiche, un suolo fertile. Un futuro tutto verde ci aspetta, iniziamo a prendere confidenza.

 

E per inebriarsi totalmente del romantico profumo, rose anche sul viso con la maschera idratante in tessuto “Secret Kay Starting Treatment Essential Mask Sheet Rose Edition” di My Beauty Routine, all’estratto di rosa centofolia ad azione antiaging e illuminante, e su tutto il corpo con bagnoschiuma, crema corpo, crema mani ed eau de toilette di “Linea Rosa” di Bottega Verde, arricchiti con acqua di boccioli di rosa combinati con essenze olfattive di limone, ciliegia, liquirizia e vaniglia, in un trionfo di dolcezza e femminilità.