Piatti tipicamente giapponesi arricchiti da sapori e colori della cultura brasiliana, innovativi nella realizzazione e nella composizione. Come dimostrano, ad esempio, il saudade e il temaky con alga di soia.

E’ l’insolita proposta di Y-Not, accogliente ristorante nel cuore della Milano più trendy e operativa al tempo stesso, dovuta al fatto di essere stato avviato da uno chef giapponese della comunità di San Paolo del Brasile. Che ha deciso di far sfilare tra le antiche volte e i pavimenti in marmo palladiano, le travi d’acciaio e le vetrate serigrafate – tutto sapientemente illuminato da cento lampadine a led appese al soffitto – pietanze particolari come il tradizionale black cod e l’innovativo tramezzino sushi, l’uramaki summer con polpa di granchio, ricciola e mix di tobiko, e l’uramaki pheng con unaghi e gambero rosso, oltre agli speciali e assolutamente deliziosi roll uramaki Y-Not.

Y-Not Milano 2Y-Not Milano 3

Se non vi sentite pronti a tanta intraprendenza, potete provare prima con l’Aperisushi, aperitivo che ha luogo, per il momento, soltanto una volta al mese come un piccolo regalo di pregio. Così come le serate di musica lounge con djset. Poi tornerete a cena, statene certi.

Y-Not Milano 4

 

Y-NOT
Via Solferino 25, Milano
Aperto da martedi a sabato dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 23.30, domenica dalle 19.30 alle 23.30
www.ynoturbansushi.it