L’ambiente è deliziosamente informale, di quelli in cui hai una gran voglia di rifugiarti a riprendere fiato dopo una giornata impegnativa, in una calda atmosfera di casa tra libri, angolini raccolti e luci rosa al neon (e c’è anche un ampio dehor estivo per i mesi caldi). E quando ti ritrovi tra le mani tutti i migliori sfizi gastronomici dell’autentica cucina campana, sempre presenti in menù e realizzati esclusivamente con prodotti d’eccellenza locale, capisci che il neonato Pizza-Bistrot, nel cuore del brulicante quartiere Isola, è lì apposta per farti sfilare tacchi e cravatta, e appagare corpo e spirito.

A farla da padrona è naturalmente la pizza napoletana, regina assoluta del menù, con la sua storia che affonda le radici nel lontano 1600 quando a Napoli già si mangiava fritta condita con sale e aglio, a cui col tempo si aggiunge il pomodoro. Fino a trasformarla, nel 1889, in un piatto addirittura “regale” con la realizzazione della prima pizza Margherita in onore della Regina, che, nei giorni nostri, è arrivata a far riconoscere l’arte del pizzaiolo napoletano nientemeno che Patrimonio UNESCO.

Così, cominciando con le speciali montanare che ne raccontano tutta la storia, mi sono avventurata su un saporito percorso che mette in fila tradizione – rappresentata da margherita, marinara e al filetto – evoluzione e rivoluzione, ottenute sempre nel rispetto rigoroso di sapori tradizionali come, ad esempio, il maialino casertano, le acciughe di Cetara, i pomodorini gialli. Sarebbe già stato più che abbastanza, se non fosse che mi sono ritrovata davanti un’infilata dei tradizionali fritti napoletani ai quali, quando sono realizzati con tutti i crismi come in questo caso, non so proprio resistere: un trionfo di mozzarelle in carrozza, polpette e crocchette di patate non super. Molto, molto di più.

 

Pizza-Bistrot
Via Garigliano 3, 20159 Milano

Aperto da martedì a giovedì dalle 12.00 alle 15.00 e dalle 19.00 alle 23.30, venerdì fino a mezzanotte, sabato dalle 19.00 a mezzanotte, domenica dalle 19.00 alle 23.00