Si può andare oltre la pizza napoletana? Ebbene sì. Ci si può andare con le pizze dei quartieri di Napoli, ricche di tutti i colori, i profumi e i sapori che li caratterizzano. E’ la simpatica idea di Pizzium, che per festeggiare il suo secondo compleanno si è sbizzarrito a inventare una serie di proposte creative e assolutamente territoriali che vanno ad affiancare nel menu le comunque immancabili Margherita e Bufalina.

Ecco quindi la Chiaiano alla crema di radicchio rosso, speck di Sauris, fior d’Agerola e noci di Sorrento, e la Mergellina con cipolla caramellata e filetti di tonno di Cetara; la Forcella con prosciutto cotto Il Mantegna e la Toledo con guanciale Igp; la Quartieri Spagnoli con salsiccia artigianale e friarielli, e la Rione Sanità con porchetta di Ariccia Igp; la Vomero con provola affumicata e salame di maialino nero casertano, e la Doganella bianca con pomodorini datterini rossi e gialli, fior d’Agerola e pesto artigianale.

Sempre presenti le irresistibili Stuzzicherie, come le bruschette con pane fatto in casa, stracciatella, alici di Cetara e olio evo, le polpette di manzo con pomodoro San Marzano DOP e basilico, la focaccina calda con i salumi, e gli immancabili dolci della tradizione come il babà e la caprese al cioccolato. Più Napoli di così…

 

Leggi anche www.vivereinviaggio.com/pizzium-tutti-sapori-ditalia/