Tra marzo e aprile il Québec celebra il tempo degli zuccheri, vale a dire la coltivazione dell’acero e l’estrazione della sua linfa per la produzione del dolce sciroppo.

Una tradizione antichissima, che tuttora continua a svilupparsi attorno alle cabane á sucre, luoghi ancestrali della trasformazione di questa melassa dorata che nel tempo hanno portato il Paese a essere il produttore dell’80% dell’intera produzione mondiale di sciroppo d’acero.
E dove ora lo si celebra festosamente in una sorta di rito collettivo, gustando pasti tradizionali a base di zuppa di piselli e fagioli, e di sciroppo d’acero in abbondanza per condire uova e prosciutto, frittelle e torte di zucchero.

E anche se ogni cabane propone comunque un menù personalizzato, nessuna manca mai di concludere con la tire, dolce tradizionale e semplicissimo che si ottiene scaldando lo sciroppo a 113° circa per aumentarne la consistenza, per poi versarlo su neve fresca e infine raccoglierlo rotolandovi sopra un bastoncino di legno.