16 giugno 2016 – Niente è come appare. Stefania Rocca lo sostiene forte e chiaro attraverso Calcolo infinitesimale, il film di cui è produttrice e interprete a fianco di Luca Lionello, da oggi nelle sale italiane. Una commedia, come lei la definisce, assolutamente strampalata e sregolata, a cavallo tra cinema, teatro e fumetto, tra inganno e verità, eterea e irreale tanto quanto l’atmosfera fatata dell’isola di Stromboli in cui è ambientata, dove il vulcano sempre attivo sembra battere ritmi ancestrali e magici che risuonano tra le spiagge nere, il mare gelido e i lapilli infuocati che squarciano suggestivamente le notti illuminate solo dalla luce della luna.

“Non ero mai stata su quell’isola. La immaginavo molto diversa, più movimentata e modaiola, e sicuramente meno affascinante. E invece la sua anima selvaggia, la sua riservatezza e la sua atmosfera irreale mi hanno letteralmente incantata. E poi ero quasi ipnotizzata da quel vulcano sempre attivo, dove sono salita tantissime volte portando anche i miei figli: avvertivo tangibilmente la sua energia che quasi mi impediva di dormire la notte, e al tempo stesso mi rendeva attivissima di giorno. Un’energia potente e vibrante, che non ho mai trovato in nessun altro posto. Molto diversa anche da quella, pur intensa, delle campagne delle Langhe, dove sono cresciuta e ho trascorso le mie indimenticabili vacanze di bambina. E’ lì che ho imparato ad assaporare il contatto con la terra e con la natura, ed è lì che continuo a tornare molto volentieri per far visita a mio padre che ci vive. Sentendomi, ogni volta, a casa.”