Entrare e accorgersi subito di essersi calati totalmente in un pezzo di Sicilia è un attimo. Perché al ristorante Terrammare, sbarcato da poche settimane nel capoluogo lombardo in quel di Brera, tutto incarna l’anima di quest’isola accogliente, solare e saporita: siciliano il menù, siciliane le maestranze e il personale, siciliani i materiali del locale e gli arredi. E già ti viene da sorridere, oltre che da prepararti a mangiare bene, benissimo, anche di più.

Sì, perché la carta del menù – realizzata da una tipografica storica di Modica, per continuare sulla scia – è un riuscitissimo connubio tra mare e terra, con piatti tradizionali (particolarmente di Modica e Scicli) rielaborati alla luce di una cucina siciliana contemporanea che non perde la sua identità territoriale ma la ridipinge e la rinnova. Partendo naturalmente dall’abbondanza di pesce azzurro che trionfa in una pasta con le sarde armoniosamente rivisitata, per poi spostarsi su un “risotto milanese portato al mare” con zafferano, gamberi bianchi di nassa e polvere di capperi, su un cosciotto di coniglio glassato in agrodolce tipico della caponata, su una nuvola di cassata scomposta, tanto per citarne solo qualcuno. Anche se non possono certo mancare arancini, pesce stocco e un trionfo di cannoli giganti alla ricotta freschissima che non sono ancora riuscita a dimenticare. Tutto, neanche a dirlo, accompagnato da una fornita carta di vini siciliani (ma ci sono anche quelli delle altre regioni ed esteri).

Così, tra materiali provenienti da antiche residenze siciliane, tavoli di frassino ulivato e ricami tradizionali ricreati con una maglia di microcemento a effetto tridimensionale, dalla grande cucina a vista situata proprio davanti all’ingresso escono non solo i sapori e i profumi della nostra isola maggiore, ma anche e soprattutto tutta la sua identità e personalità. E quel suo calore mediterraneo che fa sorridere anche quando si esce, con la promessa già di tornarci.

Terrammare
Via Giuseppe Sacchi 8, 20121 Milano
Aperto tutti i giorni dalle 12.30 alle 15.00 e dalle 19.30 alle 22.30