Avete mai assaggiato i befanini? Si tratta di biscotti secchi tipici della Valle del Serchio, in Toscana, che le famiglie locali preparano in casa da generazioni in occasione dell’Epifania, tramandandosi la ricetta di madre in figlia.

Una delizia della tradizione, che si gusta ogni anno il 5 e 6 gennaio durante i consueti festeggiamenti che hanno luogo tra la residenza ufficiale della Befana, una casetta di legno immersa in un bosco di castagni a Pegnana, sulla montagna barghigiana, e il paese di Barga, dove tutti i bambini in costume l’attendono per cantare e danzare insieme, oltre che per ricevere doni che, tra falò e vin brulé, l’arzilla vecchietta porta loro di casa in casa rigorosamente a cavallo di una scopa o di un asinello. Tra i quali non mancano mai, appunto, gli irresistibili befanini. Vi regaliamo la ricetta tradizionale del Ciocco Tenuta e Parco, dove è possibile soggiornare per andare anche alla scoperta del territorio e della Living Mountain.

Ingredienti:
Per il biscotto:
farina 1 kg
zucchero 700 gr
burro 250 gr
6 tuorli d’uovo e 4 albumi e mezzo
una bustina di lievito
scorza di limone e di arancia grattugiate
Per il marzapane:
mandorle tostate e tritate 300 gr
zucchero 280 gr
1 albume e mezzo d’uovo
scorza di limone e di arancia grattugiate
alchèrmes, rum, cognac e sassolino

Procedimento:
Lasciate il burro a temperatura ambiente, unite gli altri ingredienti e lavorateli bene per ottenere un impasto omogeneo da lasciar poi riposare in frigorifero per almeno mezza giornata.
Preparate il marzapane amalgamando insieme tutti gli ingredienti per ottenere una pasta consistente e non troppo morbida, stendetela con un mattarello e preparate biscotti di varie forme, che devono essere “pizzettati” (possibilmente con pinzette in metallo) sul lato esterno in modo da lasciare internamente lo spazio per inserire il marzapane.
Inserite il marzapane e sopra create una decorazione con fiorellini, foglioline o altri piccoli ornamenti di pasta.
Lasciate riposare per una giornata, poi procedete alla cottura in forno a circa 200°. Appena tolti spolverizzateli con lo zucchero a velo e lasciateli raffreddare. Inseriti in appositi contenitori si mantengono per molto tempo.