Ritmi slow, spazi aperti e buona cucina, per una forma di turismo decisamente invitante, appagante, rigenerante: si chiama Voglia di piacentino il nuovo progetto appena inaugurato dal territorio che intende valorizzare tutte le sue eccellenze alla luce del solido legame con la sua grande cucina tradizionale, sposando la qualità dei prodotti e delle ricette alla bellezza rilassante dell’ambiente nel nome di quel turismo esperenziale e sostenibile ormai sempre più ricercato.
Un territorio, quello dei colli piacentini, che si propone all’insegna non solo del gusto, ma anche e soprattutto del saper gustare, assaporare e degustare con consapevolezza tutto l’insieme, immergendosi nella cultura locale e nel suo contesto più rappresentativo per viverne in pieno tutta l’autenticità.

Il progetto, in collaborazione con il blog-magazine Famelici, si compone del sito visitpiacentino.it, che offre servizi organizzati integrati attraverso una rete di strutture ricettive, di ristorazione, di produzione locale e di servizi complementari coniugando cibo, cultura e sport con luoghi, paesaggi e tradizioni; del blog Experiencemilia, che si allarga anche a Parma e Reggio Emilia in occasione di Parma città della cultura italiana 2021; di un’app particolarmente dedicata alla rete sentieristica, itinerari ed escursioni a piedi, in bicicletta, a cavallo o in moto di interesse naturalistico, sportivo, culturale ed enogastronomico; del progetto #Famedivero dedicato alle esigenze dei consumatori.
La grande tavola emiliana è apparecchiata, in tutti i sensi.

Foto: Giorgio Bertuzzi