Gastronomico, culturale, naturalistico…che Capodanno sia!

0
Share

La folla immensa di Times Square scandisce il countdown accompagnando la discesa dell’enorme e luminosa sfera di cristallo verso il 2014. E quando, al preciso scoccare della mezzanotte, il tradizionale New Year’s Ball Drop è compiuto, e i sedici milioni di colori vibranti della palla hanno tinteggiato la maestosa piazza, centinaia di bigliettini che custodiscono i desideri della gente (precedentemente raccolti sul New Year’s Eve Wishing Wall al Times Square Museum & Visitor Center) vengono sprigionati in cielo, mentre a Central Park parte la Emerald Nuts Midnight Run, quattro miglia di corsa notturna intorno al parco.
Così, con le sue tradizioni ultracentenarie, il Capodanno di New York rappresenta una sorta di via libera all’accoglienza del nuovo anno, dovunque e comunque lo si desideri. Magari allegro e colorato come a The Residence Mauritius, sofisticato resort coloniale sull’omonima isola immerso in dieci ettari di giardini tropicali, dove quest’anno si festeggia addirittura per due settimane sul leit motive del carnevale nel mondo, ricreando fedelmente, una per giorno, usanze e ambientazioni dei Paesi prescelti.
Magari culturale, come quello proposto da Patagonia World in Perù nelle affascinanti testimonianze Inca, tra la misteriosa “città perduta” di Machu Picchu, il paesaggio incantato del lago Titicaca, i maestosi scenari del Canyon del Colca, regno del condor e delle vigogne.
gastronomico02gastronomico03
Magari, invece, naturalistico, con i safari di African Explorer: emozionante soprattutto quello in Uganda, che alla visita dei parchi più belli unisce l’incontro con gli ormai rari gorilla di montagna nella foresta impenetrabile di Bwindi, ma anche nel cuore del Kenya attraverso le regioni semi-aride del Samburu, le colline verdi della valle del Rift e le immense pianure del Masai Mara, e nei parchi più noti della Tanzania settentrionale, interessati proprio in questo periodo dalle grandi migrazioni. Molto diversi, invece, i safari danesi, che offrono un Capodanno lussuosamente gastronomico a base di ostriche, per giunta gratuite: sulla costa occidentale dello Jutland vicino all’incantevole cittadina di Ribe, gastronomico04il Vadehavscenter e l’agenzia Mandø for krop og sjæl organizzano safari ai banchi di ostriche del Wadden Sea in compagnia di guide esperte, da gustare al momento o portare a casa per organizzare un cenone di gran qualità, dove non può mancare, però, la Kransekage, il tipico dolce danese di marzapane a forma di cornucopia decorato di zucchero.
Si può anche scegliere la gioiosa ospitalità thailandese, nota per questo come la Terra del Sorriso, che vede una moltitudine di gruppi etnici convivere in completa armonia gastronomico06socioculturale: via terra con il tour di Eden Made che porta nella capitale attuale Bangkok e in quelle antiche per poi concludersi con un soggiorno sulle spiagge dell’Isola di Phuket, o via mare con la crociera velica in flottiglia di Horca Myseria, dodici giorni in barca tra i villaggi sulle acque turchesi del Mar delle Andamane. La crociera è anche sui lussuosi velieri di Star Clippers, scegliendo tra Isole Grenadine, Costa Rica, Panama, Nicaragua. E per chi preferisce quelle fluviali, a Linz si naviga sul Danubio tra musica e specialità austriache, mentre in Italia si solca il Po in battello (partendo dal porto turistico di Boretto – RE) cenando con piatti tradizionali locali e jazz dal vivo da Duke Ellington e Nat King Kole a Fred Buscaglione ed Ennio gastronomico07Morricone.
Poco più a sud, Rimini aspetta il nuovo anno in compagnia di Marco Mengoni e Mario Biondi che si esibiscono nel celebre piazzale Fellini (con tanto di diretta su Canale 5) a ingresso libero. La città romagnola, tra l’altro, è comodamente raggiungibile con Italo Treno, che dal 30 dicembre al 2 gennaio propone un economico pacchetto a/r a soli 20 euro partendo da Torino, Milano, Bologna, Reggio Emilia, Pesaro e Ancona: pensato soprattutto per il popolo delle discoteche, consente di festeggiare senza il rischio di dover guidare a notte fonda per tornare a casa, e prevede la scelta tra andata e ritorno senza pernottare, oppure con l’aggiunta di due notti in albergo e Movida Pass (ingresso in sette locali per tre notti consecutive) a 140 euro in totale.
Sempre più giù, incastonato tra il Golfo di Sant’Eufemia e i monti dell’Appennino Calabro, il raffinato Popilia Country Resort di Pizzo/Maierato (Vibo Valentia), che oltre all’hotel propone 25 confortevoli casali, crea un’atmosfera romantica con cena di gala a lume di candela, musica live con gastronomico09notte danzereccia e degustazione all’alba delle delizie dello chef; e poiché il pacchetto consiste in tre giorni e due notti, si può approfittare per una visita ai suggestivi dintorni, come la medievale Pizzo con il castello Murat, la splendida Tropea, il museo archeologico di Vibo Valentia, la Certosa di Serra San Bruno, gli spettacolari boschi e torrenti del Parco della Sila.
E per chi sogna un Capodanno molto wellness, i 25 centri termali dell’Emilia Romagna offrono dai saponi scuri alla pasta di olive di Tabiano (PR) agli scrub ai cristalli di zucchero di Riccione Terme con Finissage illuminante (polvere luminosa come la coda di una cometa per illuminare la pelle) e a quelli ai pigmenti dell’oro per lei e del bronzo per lui di Bagno di Romagna (FC), fino alla Stanza del Sale di Riminiterme rivestita da piastrelle di sale marino per rilasciare l’energia del mare, e al Centro termale specializzato in Medicina della Musica delle Terme di Porretta (BO), dedicato a chi utilizza molto la voce per lavoro (come cantanti, insegnanti ecc); nelle Terre di Siena, le Terme Sensoriali di Chianciano Terme festeggiano fino all’alba con grand buffet, compresi tuffi notturni nelle nuovissime Piscine Termali Theia (quattro esterne e tre interne tutte collegate fra loro), l’Hotel Terme di Bagno Vignoni propone lezioni di Ai Chi in acqua e aperitivi in piscina, e le Terme San Giovanni di Rapolano Terme non rinunciano a piccoli riti di passaggio e buffet propiziatorio con i sette cibi della fortuna, fino alla colazione all’alba con bomboloni e cappuccino; in Abruzzo, gli oltre cento trattamenti di La Réserve a Caramanico Terme (PE) corredano un ricco programma di attività e serate per tutto il periodo prescelto.
A Milano, molti i teatri che propongono classici del romanticismo per iniziare l’anno con gastronomico010tanto amore, come Grease della Compagnia della Rancia al Teatro della Luna, Ghost al Teatro Nazionale con Loretta Grace, l’ormai celebre e bravissima Whoopy Goldberg italiana, My Fair Lady al Teatro Nuovo con Vittoria Belvedere e Luca Ward. Si cena e si balla tutta notte, invece, all’Oppio Osteria di Monza che richiede dress code Supereroi con premiazione del migliore, all’Officina della Birra di Bresso (MI) con gli Alive Band all’insegna degli anni ’80, e al Circle di Milano in puro stile Black Vintage.
In alto i calici e…FELICE 2014 A TUTTI!

Related Posts