Poke, Milano sempre più amica delle bowls

0
Share

Ultimo trend, fissazione, modo per darsi un tono, eccesso di attenzione? Sia quel che sia, sta di fatto che quello per il cibo sano ed equilibrato sta diventando sempre più il nuovo, indiscutibile must del momento.
E così Pacifik Poke sentitamente ringrazia, e apre a Milano (in corso di Porta Vittoria 42) la sua terza base, dopo le ben sette torinesi. Raggiungendo così il notevole traguardo dei dieci locali in Italia. Tutto meritato, s’intende. Perché qui le gustosissime bowls di riso – povere di grassi e ricche di proteine – insaporite da armonici accostamenti di ingredienti e salse ricalcano proprio le ricette originali che arrivano direttamente dalle Hawaii.

Mangiare bene, mangiare poke

Io per esempio ho apprezzato alla grande quelle con tonno, gamberetti o salmone combinati con anacardi, avocado, alga wakame, edamame e relative salse più o meno piccanti. Sono proprio queste, ve lo dico, a fare davvero la differenza, rendendo tutto molto, molto gourmet. E per completare l’esoticità del tutto, ho bevuto acqua di cocco e birra hawaiiana direttamente importata. Ed è allora che è scesa in tavola anche la chicca: un tripudio di dolcissimi mochi, le strepitose praline orientali di gelato rivestite da una pastella di farina di riso, qui ai gusti di cocco, cioccolato e tè verde.

Per quanto mi riguarda, preferisco sempre accogliere i suggerimenti di chi se ne intende. Ma per chi è un po’ più fissato sui propri gusti c’è anche la possibilità di comporsi una bowl a piacimento scegliendo gli ingredienti da accostare. Magari cambiando addirittura le basi, ad esempio sostituendo il riso con il cavolo kale. Si possono anche assaggiare bagel, tartare e zuppe. Purché si resti sempre in un’ottica molto healthy. Perché qui l’unico ospite sgradito è il junk food, che, sia ben chiaro, non ha nulla a che vedere con lo street food, anzi. Spesso è anche di qualità, ma questa è un’altra storia.

Related Posts